Pesca Sportiva e Negozi di Pesca su TrovaPesca

Le 3 tipologie di minnows

Post tecnico: impariamo a distinguere i vari minnows.

I minnows sono dotati di paletta anteriore, piu’ o meno inclinata verso il basso e di diverse dimensioni. Hanno varie lunghezze, vari pesi e diverse azioni di nuoto.

Per fare un esempio basta vedere queste due foto:

in alto vediamo un particolare tipo di minnow, un crankbait, caratterizzato da un corpo corto e tozzo, un peso di 35 gr e un azione suspending, cioe’ che in acqua se non recuperato tende a rimanere la’ dov’e’ senza ne’ affondare ne’ risalire a galla. Anche se questo particolare crank della Molix, lo Sculpo DD, differisce dagli altri crank perche’ come farebbe un pesciolino morente ormai alla fine, tende a risalire piano piano “di coda”, mettendo cioe’  la testa in basso e la coda in alto e risalendo piano piano. Ma tornando alla paletta, in questo crankbait e’ molto grossa e robusta, segno che durante il recupero va subito a cercare il fondo fino anche a 5-6 metri di profondita’. E’ utilizzato soprattutto per la ricerca in acque dolci dei black bass per stanarli dalle loro tane sul fondo di laghi e fiumi.
Ma e’ micidiale anche per le cugine spigole, in questo periodo lo sto sperimentando vicino alle foci su fondo sabbioso!

Qui vediamo invece un altro tipo di minnow, un jerkbait.

Caratterizzato da corpo lungo e sottile e piccola paletta anteriore che serve a tenere la corrente e a dare un movimento scodinzolante al minnow. La sua azione di ricerca e cattura avviene appena sotto la superficie del mare, al max a 40 – 80 cm dalla superficie, a seconda delle dimensioni della paletta. Questo jerk e’ della Rapala, modello Max Rap 13, da 130 mm di lunghezza. Adatto alla ricerca di pesci di superficie e mezz’acqua, quali serra, barracuda, palamite, leccie.
Davvero un bell’ artificiale, mi ha permesso di catturare sul Romito un serra di 2,5 kg!

Ci sono poi minnows che si possono collocare fra questi appena esaminati, sono cioe’ una via di mezzo le cui caratteristiche vanno ricercate nei pesi, nelle dimensioni e nei colori.

Prendiamo ad es l’ Angel Kiss della Yamashita Maria, ottimo artificiale per spigole in particolare, ma anche per serra e barracuda. E’ il classico pesciolino morente scodinzolante e particolarmente attrattivo per la presenza del WM System, la sua azione si concentra appena sotto il livello dell’acqua.

Questi sono i minnows, in commercio ce n’e’ veramente una grande quantita’  dai nomi piu’  fantasiosi e dalle forme variegate, forme cmq tutte simili ad un pesciolino.

Da tenere presente che piu’  la paletta e’ grande, piu’  fa attrito in fase di lancio, il crank ha un peso notevole proprio per compensare questo limite. Il MaxRap e l’Angel Kiss non hanno bisogno di pesi eccessivi, sono infatti intorno ai 15 gr ma si lanciano bene lo stesso fino a raggiungere i 50 m e oltre.

Qui ho fatto solo degli esempi di minnows, ho preso come campioni questi tre minnows per spiegarne le diverse caratteristiche di base, ma ce ne sono davvero tanti sul mercato. Ne vedremo altri nei prossimi post.

Quali sono i vostri Minnows preferiti? Quali Minnows vi hanno regalato maggiori catture?
I Jerkbaits sono i miei preferiti, ma sto sperimentando con grande passione i cranks che, secondo me, non tarderanno a darmi grandi emozioni!

 

Related Posts:

    You can leave a response, or trackback from your own site.

    One Response to “Le 3 tipologie di minnows”

    1. I must admit this post is very wonderful . Thanks once again for the push!

    Leave a Reply

    Powered by WordPress | T-Mobile Phones for Sale at BestInCellPhones.com | Thanks to Free Phones at iCellPhoneDeals.com, Free MMORPG Games and Fat burning furnace review
    Sharing Buttons by Linksku
    thomas davisthomas davis