Pesca Sportiva e Negozi di Pesca su TrovaPesca

Skipping Lures, cosa sono e come usarli

skipping mava

Gli Skpping Lures sono artificiali un po’ fuori dal comune per forma e azione in acqua. Nella foto a destra vediamo l’artificiale blu, a forma di saponetta con un amo in coda.

La loro forma gli permette una lanciabilità  unica, riescono a coprire grandi distanze grazie anche al loro peso elevato che si aggira dai 30 ai 60 e piu’ grammi.
Il loro punto di forza sta nel particolare nuoto anche se  non si tratta di vero e proprio nuoto. Infatti questi artificiali se recuperati velocemente e a canna alta, danno il meglio di se’  saltellando sulla superficie dell’acqua, immergendosi e riemergendo continuamente.

Lo scopo e’  quello di imitare un pesce in fuga, impazzito dalla presenza di un predatore, nel tentativo di mettersi in salvo.

Gli Skipping Lures si distinguono dagli altri artificiali proprio perche’  non assomigliano ai pesci del mare, ma e’  proprio il loro movimento veloce e saltellante ad attirare i predatori, piuttosto che la loro forma.

A differenza degli altri artificiali non hanno ancorette ma montano in coda un amo “circle”.
Per questo motivo purtroppo gli skipping lures sono famosi anche per l’elevato numero di pesci slamati a causa della presenza di questo unico amo in coda, le soluzioni a tale problema possono essere la sostituzione dell’amo con un ancoretta o un assist hook.

Molto catturanti specie per leccie, lampughe e serra, predatori che cacciano essenzialmente sulla superficie dell’acqua o poco sotto. Le spigole invece non hanno dato segni di particolare attrazione verso questo tipo di artificiali.

Si possono utilizzare sempre in qualsiasi spot, anche se prediligono fondali ad alta energia, soprattutto quando i predatori sono molto distanti dalla costa e servono esche che volano appunto a grandi distanze.

Altro motivo per usare gli skipping lures e’  quando notiamo che i popper fanno cilecca, questo significa che  siamo in presenza di pesci svogliati che hanno bisogno di un motivo in piu’  per scatenare la frenesia alimentare o territoriale.

La velocita’  degli skipping lures e il loro saltellare sulla superficie dell’acqua, sono elementi in grado di incuriosire e di far letteralmente incavolare i predatori che iniziano l’inseguimento fino allo strike!
Per renderli ancora piu’  catturanti e’  possibile dressare l’amo circle in modo da nasconderlo alla vista dei predatori. Si possono usare fibre naturali o sintetiche, nei migliori negozi di pesca vi sapranno consigliare al meglio.

Nella foto particolari skipping della MAVA con amo dressato.

Provateli con fiducia e facciamo una bella lista di predatori catturati con queste esche particolari!

You can leave a response, or trackback from your own site.

2 Responses to “Skipping Lures, cosa sono e come usarli”

  1. piero scrive:

    1) Non sono d’accordo su come è montato l’amo singolo sul mini katch blu….è da pazzi!!!!!!.( penso che questo sia il risultato di qualche bicchiere di troppo per affogare i pensieri quando si perde un bel pesce :-D )
    2) personalmente credo che il fatto di NASCONDERE l’amo col dressing sia una grande cacata.( perdonatemi il termine…posso spiegarvi per esperienza il perché).
    i nostri carangidi(come Serra,lecce,lampughe ecc. sono predatori molto veloci e fulminei attaccando addirittura con foga i nostri skipping lures! Le saponette sono esce che vanno recuperate a velocità abbastanza sostenute,e durante il recupero il predatore non si accorgerà mai e poi mai della presenza di amo ,infatti stanno più fuori dall’acqua che a contatto con essa.
    la parte della nostra esca che più è a contatto con la superficie marina è quella posteriore non solo perché è zavorrata il quel punto ma anche per facilitare il lancio e per l’attacco(di rado laterale) che avremo nel lato posteriore del nostro artificiale.(chi sa perché il culo piace anche ai predatori marini)
    Tornando alla serietà,e quindi a dressing,le nostre saponette che vengono attaccate si ritrovano continuamente saltellanti provocando la fuoriuscita non solo dell’esca ma anche dell’amo(ecco spiegato alcuni attacchi a vuoto.
    allora perché dressare l’amo?
    Il dressing viene usato per STABILIZZARE la saponetta.
    in poche parole avviene che quel piccolo ciuffo di fibre,venendo a contatto con l’acqua si inzuppa zavorrando l’amo e impedendogli di uscire fuori dall’acqua.provare per credere….potete fare il vostro esperimento con amo singolo dressato e non!perdonate la mia schiettezza nelle 2 spiegazioni!
    Non per vantarmi,ma ho un Po di esperienza con i Serra e ne ho visti di tutti i colori con loro.
    saluti…..un amico pescatore.

    • vinspin35 scrive:

      Ciao Piero, grazie per il tuo interessantissimo intervento!
      Non hai però approfondito il punto numero 1, hai solo dettoche non sei d’accordo come è montatol’amo singolo(è un Ketc, non mini ketc), ma non hai spiegato come lo avresti montato tu. Non sono amante di questo tipo di artificiali benchè sicuro della loro efficacia, quindi non sono particolarmente esperto nel loro uso, se vuoi illuminaci pure!:)
      Per il dressing dell’amo mi trovi d’accordo nel fatto che nasconderlo non serve a molto, ma nelle poche volte in cui ho usato le saponette ho notato che in presenza di moto ondoso spesso la saponetta nel ricadere in acqua riusciva ad andare sotto la superficie per riemergere subito dopo. Il dressing secondo me serve non solo a nascondere l’amo in queste occasioni ma anche, come giustamente hai detto tu, a zavorrare e stabilizzare l’esca!
      Complimenti ancora per la tua risposta!
      A Presto!

Leave a Reply

Powered by WordPress | T-Mobile Phones for Sale at BestInCellPhones.com | Thanks to Free Phones at iCellPhoneDeals.com, Free MMORPG Games and Fat burning furnace review
Sharing Buttons by Linksku
thomas davisthomas davis