Pesca Sportiva e Negozi di Pesca su TrovaPesca

4 Cose da Sapere di una Canna Da Spinning

bestmaster

Post tecnico, continuiamo a parlare di canne da Spinning.

Per essere certi di fare un buon acquisto, non possiamo permetterci di affidarci totalmente al nostro negoziante “di fiducia”!

Dobbiamo invece andare preparati e consci delle 4 caratteristiche fondamentali che deve avere la nostra canna da Spinning, che sono:

1) Lunghezza della canna appropriata per il nostro tipo di pesca

2) Azione della canna

3) Casting della canna o potenza della grammatura di lancio

4) Power della canna

La lunghezza della canna

La lunghezza varia a seconda della situazione di pesca e dello spot che siamo abituati a frequentare.

Distinguiamo innanzitutto se peschiamo da terra (cioè a piede asciutto) o dalla barca, e diciamo subito che dalla barca basta una lunghezza minore per un ingombro minore e perchè in mezzo al mare non abbiamo la necessità di lanci super lunghi. Direi che una lunghezza che varia da 1,80 a 2,40 va più che bene.

A piede asciutto le variabili in gioco aumentano.

Prima di tutto prendiamo in considerazione lo spot di pesca (luogo di pesca).

Esso può essere la banchina di un porto o la scogliera o una bella spiaggia sabbiosa.

Per la spiaggia e il porto non abbiamo necessità di lunghezze esagerate, si usano canne 2,10 – 2,40.

Per la scogliera invece si usano canne più lunghe, 2,70 e anche 3,00 se la scogliera è alta. C’è da tener presente che una lunghezza minore va sicuramente a vantaggio di una maggiore maneggevolezza della canna per “animare” i nostri artificiali.

L’azione dell canna

Nella scelta della nostra canna l’azione è di basilare importanza in quanto esprime il livello di flessione e rigidità data dalle caratteristiche costruttive dell’intero fusto e dai materiali usati per il suo rinforzo.

Vediamo quali sono i diversi livelli di flessione e rigidità della canna:

a) Extra Fast

b) Fast

c) Moderate-Fast

d) Moderate

e) Slow

Le prime due categorie sono anche dette “di punta”, nella extra fast la flessione durante il lancio riguarda principalmente il vettino mentre nella fast la flessione interessa un 20% dell’intera lunghezza del fusto. Nella moderate fast e moderate la flessione durante il lancio sfrutta circa il 40% della lunghezza complessiva del fusto, mentre nella slow abbiamo una flessione parabolico progressiva (moderate slow) che interessa il 70% della lunghezza oppure una flessione parabolica totale (slow) che si esprime per quasi tutta la lunghezza del fusto.

Ma come influisce la diversa azione della canna?
Il livello di flessione influisce nella nostra battuta di pesca per tre fondamentali ragioni:
1) sensibilità nel recupero

2) ammortamento delle fughe della prede

3) precisione di lancio
Una canna ad azione di punta (fast o extra fast) ci concede una maggiore sensibilità sull’artificiale e una maggiore prontezza nella ferrata, ma nel recupero della preda la canna ci offre una capacità di ammortamento molto ridotta; in caso di grosse prede si può rimediare solo con una perfetta regolazione della frizione del mulinello. Le canne ad azione media o parabolico progressiva lavorano all’opposto; pur non offrendo la sensibilità di una canna ad azione di punta ci offrono un valido aiuto nel recupero delle prede che, in alcuni casi, può rivelarsi fondamentale. Infine c’è da tener ben presente che la scelta di canne con una marcata azione di punta aiuta molto nella precisione dei lanci.

Il Casting

Il casting della canna è la potenza della grammatura di lancio che, nella maggior parte dei casi viene riportata secondo la misurazione anglosassone, cioè in once(oz), altrimenti in grammi. Grazie a questo dato, potremo scegliere la canna in base al suo uso effettivo, cioè se già sappiamo che vogliamo pescare spigole, saraghi e tutti quei pesci di piccola-media grandezza sceglieremo canne con un casting basso, ad es. 15-40 gr (1/2 oz – 1 oz) .

Se invece vogliamo insidiare prede come serra, lecce amia e barracuda dovremo affidarci a canne dal casting maggiore come 30 -60 gr o più (1 oz – 2 oz).

Power

Ultima considerazione per la scelta della canna giusta: il power, cioè la forza necessaria per piegare la canna; questo dato è indipendente dalla capacità di lancio ed assume importanza in relazione alle dimensioni delle prede che vogliamo insidiare, stesso concetto del casting.

Viene in genere suddiviso in: ultra-light, light, medium-light, medium, medium-heavy, heavy, magnum-heavy.

Concludendo, abbiamo visto quali sono le caratteristiche che deve avere la nostra canna da pesca, caratteristiche che derivano da quello che vogliamo fare della nostra canna.

E’ importante quindi sapere bene dove andremo a pescare, quali saranno le nostre prede da ricercare e soprattutto tenere bene a mente che è l’esperienza che fa di uno spinner un bravo spinner, non il costo della sua canna.

Related Posts:

    You can leave a response, or trackback from your own site.

    Leave a Reply

    Powered by WordPress | T-Mobile Phones for Sale at BestInCellPhones.com | Thanks to Free Phones at iCellPhoneDeals.com, Free MMORPG Games and Fat burning furnace review
    Sharing Buttons by Linksku
    thomas davisthomas davis