Pesca Sportiva e Negozi di Pesca su TrovaPesca

Canne da spinning potenti ma sensibili

Iniziamo dall’ attrezzo che forse ci darà più problemi nella scelta vista la quantità di modelli in commercio: la canna per serra, leccie e barracuda.

Il mercato è davvero variegato, le marche sono tante, più o meno valide qualitativamente. Ma come orientarci?

Innanzitutto vista la mole e la potenza superiori a quello che siamo abituati a fronteggiare in inverno, la canna come tutto il resto dell’attrezzatura dovrà essere adeguata a sopportare il lavoro più gravoso. Scegliamo quindi canne che prima di tutto riescano a lanciare artificiali dal peso importante, siamo nell’ ordine dei 10 – 50 gr per insidiare serra, barracuda, tonnetti e lampughe, anche 60 – 70 gr per insidiare leccie di taglia!

La canna quindi deve avere un casting di lancio che parte da   1/4   -    3/8     di oz    fino a    1 1/2    -    1 3/4     di oz.  Tradotto le canne giuste sono quelle che riescono a lanciare artificiali che pesano da 7 – 10 gr fino a 40 – 50 gr.

Abbiamo detto che se siamo alla ricerca di leccie di taglia specie se peschiamo dalla barca andremo ad utilizzare canne fino a 2 oz e oltre.

Ma non è solo il casting a doverci interessare, ma anche la sensibilità della canna e la sua leggerezza. Una canna sensibile riesce a trasmetterci i movimenti dell’artificiale, le cacciate dei pesci su di esso, la conformazione del fondale se peschiamo con esche sinking adagiate sul fondo. E’ importante es essenziale che la canna sia estremamente sensibile ai fini della riuscita dell’azione di pesca. Se per assurdo pescassimo con una scopa di legno non saremmo in grado di capire quando il predatore dà una toccata all’artificiale o una leggera testata solo per scacciarlo imponendo la sua territorialità facendo così svanire la cattura perchè è mancata la ferrata al momento giusto!

Con l’esperienza e grazie alla sensibilità della canna riusciremo anche a capire come muovere al meglio l’artificiale migliorando notevolmente la nostra azione di pesca e le catture. Sentire tutto ciò che succede attorno al nostro artificiale mentre nuota in balia dei predatori è fondamentale!

La leggerezza pure. Peschiamo con esche più pesanti e mulinelli più pesanti, è fondamentale andare a cercare nei componenti del sistama di pesca la leggerezza. Così come nella canna anche nei mulinelli, più sono leggeri più a lungo pescheremo.

Ma quale deve essere l’azione della canna ideale per i grandi predatori?

Qui si apre un capitolo lungo e molto discusso, influenzato da quelle che sono le preferenze di pesca di ogni spinner. Ma affrontiamo l’argomento nella sua generalità, cioè diciamo le cose per come dovrebbero essere, poi ognuno è libero di replicare.

Prendendo in considerazione che questi predatori sono veloci e potenti, non possiamo utilizzare una canna troppo fast che lavora solo di cimino, come quelle utilizzate a gomma per le spigole. La canna, una volta allamato il pesce, deve tener testa alle violenti fughe, alle testate nervose e veloci che il predatore impartisce nel tentativo di svincolarsi dall’ esca.

La canna deve perciò assecondare queste “botte” tremende senza aiutare la slamatura, cioè senza esercitare una forza opposta troppo forte nell’esca, evitando quindi il rischio di strappare il labbro e far slamare il pesce. Questo lo dico per esperienza e vi racconto il perchè.

All’ inzio della mia esperienza di angler marino, acquistai, dietro errato consiglio di un negozioante, una canna potentissima e lunga con cui mi ci facevano pescare le leccie stella. canna potente ma fast, molto fast e nervosa che quando mi capitava di allamare una leccia dopo due o tre testatine che dava gli strappavo il labbro e finiva lì.

Questo perchè il cimino della canna era troppo rigido e l’azione era appunto una fast o ex-fast, la canna lavorava solo in punta senza assecondare con tutto il fusto le fughe del predatore.

L’ azione deve essere una moderate-fast (mh) , in questo modo tutta la canna contribuisce a vincere la lotta con i predatori, anche i più tenaci!

L’ azione deve essere combinata con la potenza della canna, in questi casi una canna heavy ha una riserva di potenza ottimale per non farsi sorprendere nei casi più disperati!

Per quanto riguarda infine la lunghezza, dipende dallo spot di pesca, ma direi che una canna sui 7′ o al max 8′ va benissimo, a meno che non abbiate l’esigenza di coprire distanze di lancio davvero notevoli da prendere una 9′, ma attenzione al peso e alla manovrabilità delle esche!

Nel prossimo post vedremo in dettaglio le varie marche delle canne più in voga!

Related Posts:

    You can leave a response, or trackback from your own site.

    Leave a Reply

    Powered by WordPress | T-Mobile Phones for Sale at BestInCellPhones.com | Thanks to Free Phones at iCellPhoneDeals.com, Free MMORPG Games and Fat burning furnace review
    Sharing Buttons by Linksku
    thomas davisthomas davis